Abramo in valle Bormida


Messaggio scritto nel forum "Antares e le vere origini di Europa" (www.siagrio.it, 2001-2003)

Giapponesi


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il March 18, 2002 at 06:06:06:

In risposta a: SUQAMUNA 2
Inviato da giuseppe il March 16, 2002 at 23:07:51:

Sto notando che i Giapponesi usano quattro segni
per scrivere ITARIA (cosi' chiamano l'Italia).
Appaiono all'incirca cosi':

T-A-II-A

Il segno "II" (uguale preciso) e' l'ultimo segno
dell'alfabeto dei Camuni di venti caratteri, la
lettera "s". Aggiungendo le due lettere AT
dell'alfabeto fenicio, la T diventa il carattere
dopo il segno "II". Se i Giapponesi leggono il
segno "II" come "R", il segno dopo dovrebbe
essere una "s":

TARA (Italia giapponese)
sARA (tenendo II come R)

Il segno Y e' "uomo" e lo dicono "hito", "la T"
(c'e' sia la Y che il valore T che trasforma i
TALENATE della sequenza eugubina in YALENAYE-
Elena).

Il loro simbolo del sole e' uguale alla H etrusca
e lo pronunciano "HI". I Samurai come SEM-SUMERI.

Uno dei collegamenti possibili (l'elenco dei
particolari e' lungo) puo' essere fatto con la
popolazione bianca nel nord del Giappone, gli
AINU che mostrano chiaramente il fatto di essere
N, "noeici" (quelli del mar del Nord, del fiume
Reno-Noe').

I SATANE della tavola eugubina trovano
collegamento con TENNO il discendente della dea
del sole. Nella loro mitologia ci sono i tre
regni di Amaterasumikami (sole), di
Tsukiyominomikoto (notte), Susanoonomikoto (vento
e mare). La divinita' del vento e del mare litiga
con le altre due e si ritira lontano, ai margini
del mondo (a est o a ovest?) dove fonda un regno
("Susa nuova", con il monte Ubanu-Cervino che nei
fegati-mappa c'e' un periodo che lo chiamano
SU.SI).

Arriva poi TENNO (discendente della dea del sole)
e s'impadronisce di questo regno. Lui e' il
quarto dei personaggi ed e' quarto anche nella
sequenza eugubina. E se questo luogo cosi'
lontano (dove si era ritirata la divinita' del
vento e del mare) fosse il Mediterraneo? La
storia giapponese inizia parecchio dopo, quando
da noi ci sono i grandi sconvolgimenti che in
molti preferiscono emigrare (oppure, i casi
possibili sono tanti, la loro storia proviene da
una mappa geografica letta al contrario).

Non e' una banalita'... potrebbe esserci
veramente la chiave per capire i primi movimenti
umani. I tre regni si pongono bene come Africa,
Medioriente e Cina, con il regnante del vento e
del mare (il Medioriente) che decide di emigrare
lontano... (ma il Giappone e' zona cinese, non e'
lontano dagli altri due)... e' chiaro che dal
Medioriente va in Europa e successivamente il
discendente del regno del sole TENNO (i SATANE
delle tavole eugubine) prende possesso di questo
quarto regno.

Questo come cultura giunta infine dalle loro
parti. Per altri simboli (come il sole della
bandiera) sembra chiaro che appartenga al regno
del sole (la Cina dunque). Resta dunque, come
regno della notte, l'Africa (e direi proprio con
il caldo che c'e' di giorno... ma piu' che altro
perche' in Africa-Europa c'e' il sole che
tramonta).

Se poi avete sott'occhio il simbolo che significa
Giappone osservatelo bene. E' come una di quelle
iscrizioni paleocristiane con i caratteri
attaccati. Si legge questa frase:

"TUTA LV"

C'e' sia il "tota" delle tavole eugubine (lo
stato-etat ittita) che il LV, VEL etrusco.

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/

: ciao sono giuseppe ,

: vorrei rispondere a dario sul messaggio
: che mi ha mandato su suqamuna e che per
: disattenzione ho letto solo ora .
: il fatto che questa popolazione fosse di
: origine iranica e avesse nella propria
: cultura il cavallo mi ha fatto venire
alla
: mente una popolazione tutt'ora esistente
di
: lingua indoeuropea e di religione iranica-
: indiana i KLASH , la quale vive a ridosso
: fra il pakistan e l'afganistan.
: leggo in uno scritto :
: tra i klash predomina l'osservanza
: dell'antica religione ,specie per quanto
: appartiene al culto di numerose divinitÓ
maschili
: e femminili , in gran parte di origine indiana
e
: iranica . un ruolo simbolico di rilievo Ŕ
: ricoperto dalla rappresentazione del cavallo ,
: talora a due teste . da notare che questo
animale
: ricorre , in vari modi ,anche nelle antiche
: religioni indoeuropee , quali la VENETICA e la
: CELTICA e a figure quali quella del cavallo di
: TROIA . a tutt'oggi , cavalli vivi vengono
: custoditi nei templi SHINTO in giappone .

: caro dario , potrebbe esserci una
connessione
: con le popolazioni di saqumuna , e in
ultima
: analisi una conferma fra le culture
arcaiche
: giapponesi e quelle paleoindoeuropee ?

: ciao giuseppe




Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: