Abramo in valle Bormida


Messaggio scritto nel forum "Antares e le vere origini di Europa" (www.siagrio.it, 2001-2003)

Re: Segobrigi di Nanno e Assiri di Nino?


Elenco dei messaggi

Inviato da: carlo il August 07, 2002 at 06:52:33:

In risposta a: Segobrigi di Nanno e Assiri di Nino?
Inviato da Mauro il August 07, 2002 at 05:48:13:

: Che i Liguri Segobrigi possano essere Assiri lo
: si capisce da questo:

: GYPTIS (figlia di Nanno), come riportato da
Trogo
: Pompeo

: PETTA (figlia di Nanno), come riportato da
: Aristotele (Fragm. Hist. Graec. II, pagina 176,
: frammento 239)

: Aristotele sembra ignorare le prime lettere
: dell'alfabeto semitico BGD e la cosa ricalca la
: questione etrusca che queste tre lettere
sembrano
: mancare totalmente. Per Aristotele questa G non
: c'e' e chiama PETTA la figlia di Nanno che
altri,
: in epoca piu' recente, chiamano GYPTIS (per uno
: EPAT per gli altri EGYPT: come dire Hepat
ittita
: e l'Egitto).

: Con Aristotele, dunque, i SEGOBRIGI potrebbero
: essere letti senza la G:

: SGBRG, SEGOBRIGI

: S.BR., SUBAR (l'antico nome dell'Assiria)

: Tenuto conto che in Italiano si trasformano le
B
: in V ("tabula-tavola") abbiamo SBR che si puo'
: leggere "SVR", ASSUR (AsVR nella Bibbia).

: Che poi i Segobrigi possano essere Assiri, ci
: basta ascoltare la Semiramide di Gioacchino
: Rossini per notare come in Italia la divinita'
: assiro-babilonese sia chiamata BELO nello
stesso
: uguale modo della divinita' ligure BELO-Beleno.
: Abbiamo anche Marsiglia, territorio ceduto dai
: Segobrigi ai Greci, che si trova nel golfo del
: LEONE, simbolo assiro. NANNO, re dei Segobrigi,
: ha inoltre il nome uguale a uno dei piu' famosi
: Assiri, NINO (il marito di Semiramide).

: Saluti,
: Mauro
: http://www.cairomontenotte.com/abramo/

Come giÓ sai, Mauro, non sono d'accordo. Avevi
cominciato a spostare gli Accadi, che Manuel
scrive Akkadi; ora vuoi spostare gli Assiri. Puoi
spostare le parole ma non le pietre. Quelle degli
uni e degli altri sono state ritrovate lÓ via.
Non vale l'ipotesi: qui si troveranno. FinchŔ tu
non hai una prova di pietra il tuo ragionamento
rimane solo tuo. Seguire le parole antiche ci pu˛
portare in un labirinto di specchi. Sono
d'accordo con te che tutti ci si possono perdere.
Perci˛, sono pi¨ d'accordo con te, su questo
punto, che con l'Akkado. Per˛ le parole non
spostano le pietre.
C'era un Mar di Tarantasia, nel Medioevo, sopra a
Piacenza e sotto a Lecco: questo mi basta a
confermare la parola, che a Taranto Ŕ rimasta.
Senza alcun riscontro oggettivo, il mio
Tarantaris ballerebbe nel limbo della mia testa.
Ti scrivo questa nota con affetto: meglio uno
come te che cerca con impegno l'Araba Fenice che
un'altro che fa il TAR, il ripetitore, di quello
che dicono tutti.
Ciao,
Carlo




Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: