Oggi a Milano le donne in nero si troveranno dalle 18 davanti alla prefettura di Milano contro il "genocidio umanitario" della Nato. Il centro sociale Paci Paciana di Bergamo (via Grumetto 61) organizza alle 22 un'assemblea per costruire iniziative sulla guerra e il presidio in Porta nuova del 7 maggio a cui seguirà al centro sociale la proiezione del video "La sindrome del Golfo" e concerto dei Three Cool Cats. Rovigo: l'Assopace-Donne in nero saranno alle 18,30 nel piazzale della Coop Viale della pace, idealmente insieme alle donne in nero di Belgrado. Rifondazione organizza a Todi un presidio sul Ponte di Pontecuti alle 21. A Pistoia presso la sala del Convento di San Domenico, dibattito, veglia di solidarietà, di meditazione e preghiera su "Domande sulla guerra" con Don Albino Bizzotto (Beati costruttori di pace) e Alberto L'Abate (dell'università di Firenze); organizzano Arci, La Vigna, Koinonia, Rete Radié Resh e il Coordinamento delle Associazioni contro la guerra di Pistoia. Alle 18 a Bari in piazza Moro manifestazione davanti al consolato jugoslavo a cura del Movimento antagonista, Usi-intercategoriale di Bari, Cs Coppola rossa, Comitato Eskadi, Azad, Gabbiotto infoshop. Collettivo di Lettere, collettivo Altrimenti, Medi contro la guerra. All'università Federico II di Napoli alle 11 la lezione di filosofia del linguaggio del prof Domenico Jervolino sarà dedicata a un testo di Paul Ricoeur sull'incontro con lo straniero e l'ospitalità linguistica; alle 11 presso l'aula M:Ripa di palazzo Giusso assemblea dei collettivi studenteschi contro la guerra. Alle 10 in aula III del palazzo dell'università di Catania il conitato d'ateneo organizza un'assemblea per "Fermare la guerra".