PACIFISTI IN MOVIMENTO

Nel segno della pace

Dopo la Perugia-Assisi continuano mobilitazioni e incontri, dibattiti e sit-in che chiedono la fine dei bombardamenti, subito: al governo D'Alema e al parlamento italiano

E' domani il dibattito parlamentare contro la guerra: il coordinamento docenti contro la guerra, il Forum manifesto, le Donne in nero e Ovd saranno di nuovo in piazza Montecitorio in occasione del dibattito sulla guerra e esigono "un voto immediato contro le bombe". I "netstrikers contro la guerra" organzzano oggi dalle 18 alle 19 un Netstrike al sito della Camera dei deputati (www.camera.it) per un'ora: informazioni tecniche al www.strano.net/news/guerra1.htm oppure www.tmcrew.org/news/nato/index.htm. Ma le mobilitazioni, scossa dai sandali la polvere della marcia Perugia Assisi, continuano.

OGGI. Dalle 21 riunione del coordinamento contro la guerra di Genova in piazza Palermo 10b. Ad Alessandria continua il digiuno indetto dall'assopace: ogni partecipante verserà 20.000 (più o meno i soldi risparmiati digiunando) dati all'Ics per i campi profughi. Alle 21 incontro con Enrico Pedretti su "La pace è politica" presso la comunità san Paolo in via De Gasperi. Tutti i martedì a Bologna riunione del comitato contro la guerra alle 21 nella scuola di musica Ivan Illich di via Giuriolo 7; tutti i giorni Tenda della pace dalle 17 alle 20 in piazza Re Enzo e infopoint via di pietralata 42. Pisa: alle 21 nella sala del consiglio provinciale di piazza Vittorio Emanuele incontro su "Campi profughi in Albania, la situazione a Belgrado" con Claudio Bazzocchi dell'Ics, Renzo Maffei di Arcs di ritorno da Tirana, Pietro Pertici di ritorno da Belgrado. A Roma, presso la libreria il manifesto (via Tomacelli 144) alle 16 riunione del forum contro la guerra. Alle 18 incontro con Stasa Zajivic, delle donne in nero di Belgrado, e Luisa Morgantini (info 06 68300810 dalle 16,30 alle 19). Per discutere di un'assemblea cittadina e di un'iniziativa davanti agli uffici Nato riunione alle 20.30 presso l'Arcisolidarietà (via Goito 35b): invitano Arcisoldarietà, centro socioabitativo Vittorio Emanuele, Lab 00128, comitato zona ovest, La strada, circoli Prc Garbatella e Primavalle; alle 21 la rete romana contro la guerra invita a un'analoga riunione nello stesso luogo: con Arcisolidarietà, Controchiave, Progetto diritti, Casa internazionale delle donne, coordinamento V circoscrizione, collettivo anarchico I Liberi, Città ideale per la pace, Marameo, il Baffo della gioconda, Tor Vergata contro la guerra, laboratorio di quartiere XI, Lila, Ya basta, Lunaria, Prc, Informazione nonviolenta, Ics, Arci, Rialto occupato, rivista Sofia, Un ponte per, Casa diritti sociali, Podere rosa, Diciannovesima, Casa delle culture. Tutte le sere la Chiesa di santa Chiara di Palermo è aperta alle preghiere per la pace. Tutti i lunedì alle 21 coordinamento per la pace; tutti i mercoledì dalle 17 alle 20 presidio in piazza Castelnuovo delle donne in nero; tutti i giorni camper davanti alla cattedrale con sciopero della fame e raccolta fondi per le Ong.