IN MOVIMENTO

Su ponti e piazze contro la guerra

L'arcipelago della pace tra Pristina e Belgrado

E' a Pristina la delegazione di tre volontari che stanno verificando la fattibilità del progetto "Io vado a Pristina e a Belgrado", lanciato dal settimanale Vita a cui hanno aderito i Beati costruttori di pace e associazione Papa Giovanni XXIII, prevede l'invasione pacifica di alcune migliaia di persone in zona di guerra. Il gruppo "esploratore" sarà nei prossimi giorni a Podgorica, Pristina e Belgrado. In Italia continuano, intanto, le mobilitazione. Ecco gli appuntamenti di oggi.

Continuail "digiuno a distanza" contro la guerra organizzato dall'Assopace di Alessandria (info 0131 597819; alle 18 presidio per chiedere il cessate il fuoco in piazza Libertà. Wesley Clark sarà a La Spezia il 27 maggio: oggi, domani e giovedì dalle 16 alle 20 presidio in via Chiodo (angolo via Galilei) e sono in programma altre iniziative (info 0187 24183 Comitato informazione e solidarietà). A Milano ogni martedì alle 21 in corso di Porta Nuova 32 assemblea "La guerra e il silenzio delle donne" dell'università delle donne di Milano per organizzare forme di disobbidienza civile, campagne di invito alla diserzione, oposizione attiva alla guerra. Al cinema Garibaldi di Carrara proiezione del film-inchiesta "La sindrome del Golfo" con la partecipazione di Stefano Chiarini del manifesto: alle 21. Ancoira alle 21 fiaccolata e presidio del ponte di s.Lucia a Bastia umbra, e poi corteo fino alla piazza con Luigino Ciotti, Marcello Masci, Giorgio Roussos, Benjamin Jean Marie; organizza Rifondazione. A Urbino Livio Maitan tiene una conferenza alle 21 presso il collegio Tridente, Antonio Moscato parlerà domani. Nella città tra le più militarizzate d'Italia, Fano, alle 16,30 presso l'ex scuola Luigi Rossi Vittorio Tranquilli, responsabile dell'associazione "Conoscersi per costruire la pace", presenta i progetti di gemellaggio con alcune scuole della ex Jugoslavia (titolo "Non solo Arcobaleno"). A Roma, alle 15 presso la facoltà di economia in via del Castro Laurenziano 9 (aula III) il Gruppo '95 ha promosso un incontro dal titolo "Riflessioni sulla tragedia dei Balcani"; ci saranno interventi di Luigi Ferrajoli, Augusto Graziani, Betty Leone, Sergio Parrinello, Massimo Pivetti, Francesco Polcaro e Alfredo Recanatesi. Alle 16 presso la libreria il Manifesto in via Tomacelli 144 riunione del Forum contro la guerra. "Economia di guerra" è il seminario organizzato oggi alle 14 a Salerno a scienze poliche con la partecipazione del prof. Musella; domani seminario su "Cinema e guerra" alle 11.


Martedì 25

A Salerno il coordinamento universitario organizza alle 14 nell'aula 16 un seminario su "Economia e guerra". A Milano ogni martedì alle 21 in corso di Porta Nuova 32 assemblea "La guerra e il silenzio delle donne" dell'università delle donne di Milano per organizzare forme di disobbidienza civile, campagne di invito alla diserzione, oposizione attiva alla guerra. Al cinema Garibaldi di Carrara proiezione del film-inchiesta "La sindrome del Golfo" con la partecipazione di Stefano Chiarini de "il manifesto": alle 21. A Urbino Livio Maitan tiene una conferenza alle 21 presso il collegio Tridente. Nella città tra le più militarizzate d'Italia, Fano, alle 16,30 presso l'ex scuola Luigi Rossi Vittorio Tranquilli, responsabile dell'associazione "Conoscersi per costruire la pace", presenta i progetti di gemellaggio con alcune scuole della ex Jugoslavia (titolo "Non solo Arcobaleno"). A Roma, alle 15 presso la facoltà di economia in via del Castro Laurenziano 9 (aula III) il Gruppo '95 ha promosso un incontro dal titolo "Riflessioni sulla tragedia dei Balcani"; ci saranno interventi di Luigi Ferrajoli, Augusto Graziani, Betty Leone, Sergio Parrinello, Massimo Pivetti, Francesco Polcaro e Alfredo Recanatesi.